DUMBO

Vola Dumbo, vola!

Dumbo è un film del 2019, diretto dal regista visionario Tim Burton. Il film è un remake dell’omonima pellicola del 1941.

TRAMA:

Holt Farrier, ex star del circo Medici, ritornato dalla guerra scopre che la moglie è morta lasciando i suoi due figli alle cure del capo del circo Max De Medici. Tornato senza un braccio, Holt, si ritroverà costretto a doversi occupare di una nuova attrazione del circo: un elefante.

Qualche giorno dopo, l’elefante da alla luce un piccolo, che dovrebbe diventare la nuova star dello spettacolo. L’elefantino però è nato con una curiosa particolarità: due orecchie molto grandi che gli impediscono di muoversi con naturalezza. Strappato dalla sua mamma e deriso da tutti, il piccolo Dumbo dovrà imparare a cavarsela da solo all’interno del circo. Grazie all’aiuto dei figli di Holt scoprirà che le sue grandi orecchie possono rivelarsi non solo utili, ma anche sorprendenti.

BURTON RISCRIVE UN CLASSICO

Questa pellicola, chiariamo subito, non riprende fedelmente il film del 1941. Ma al contrario parte come lo conosciamo per poi prendere una strada propria, iniziando a scrivere una storia a noi sconosciuta, ma così dannatamente familiare. I primi Live- Action della Disney ci avevano abituato a una fedeltà quasi assoluta del materiale originale, Tim Burton al contrario, decide di cambiare un po’ le carte in tavola, regalandoci un film con tantissimi riferimenti e citazioni all’originale, pur creando una struttura narrativa differente.

Dumbo è un diverso, un personaggio escluso da tutti solo a causa delle sue grandi orecchie. Viene deriso dal pubblico, viene portato a sentirsi fuori posto e inadatto, e come lui, anche le stesse persone che abitano il circo, sono esseri umani con varie particolarità che la società si diverte a prendere in giro per via della loro diversità. Dumbo in loro troverà una famiglia, e finalmente non più solo, potrà concentrarsi per ritrovare la sua mamma.

TIM BURTON È TORNATO?

La vera risposta a questa domanda è nì. Dumbo è sicuramente il film migliore di Tim Burton almeno dopo Sweeny Todd e il suo film più caratteristico da allora. Credo di essere giunta alla conclusione e rassegnazione del fatto che il vecchio Tim Burton, cioè, il regista visionario  che ci ha regalato capolavori come Big Fish ed Edward mani di forbice non ci sia ormai più. Però rimane la sua essenza, ed è quella che percepiamo in Dumbo.

L’amore di Burton per gli esseri particolari ed emarginati della società  gli permette di far uscire il meglio di sé sullo schermo, riuscendo a trasmettere un messaggio di speranza attraverso l’unione dei suoi personaggi che da esclusi riescono a ritagliarsi il loro posto nel mondo.

UN CLASSICO SENZA TEMPO

La storia che ha commosso milioni di bambini e adulti torna sullo schermo in una nuova veste più bartoniana ma rimanendo ancorata al film per famiglie più tradizionale. 

Dumbo emoziona e fa ritornare bambini anche il più cinico degli adulti.

Voto: 7 1/2 /10

Irene



Irene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti