Sex Education- seconda stagione

Il 17 gennaio è uscita la seconda stagione di “Sex Education”, la serie originale Netflix in cui si parla di un argomento ancora molto tabù: la sessualità.

Ambientata in un liceo in cui troviamo i classici gruppetti, dai popolari ai nerd ai secchioni, “Sex Education” crea una situazione iniziale basica e stereotipata, distruggendo man mano molti degli stereotipi che ruotano intorno non solo alla sessualità e mostrandoci che spesso le cose non sono come sembrano.

Trama

L’anno scolastico è appena iniziato alla Moordale, ma i drammi non tardano ad arrivare poiché il primo giorno di scuola una studentessa viene accusata di aver attaccato la clamidia ad alcune sue amiche. Il problema è che la malattia può essere trasmessa solo per via sessuale, ma molti (insegnanti compresi) sembrano non saperlo e così scoppia il panico.

Durante una riunione d’emergenza con i genitori degli studenti, la dottoressa Jean Milburn, madre del protagonista Otis e sessuologa, si rende conto delle gravi lacune presenti nel programma di educazione sessuale e decide di prendere in mano la situazione.

Risultato immagini per sex education stagione 2"

Questo sarà un problema per il figlio che gestisce illegalmente una “clinica” in cui da consigli relativi alla sessualità ai compagni in cambio di soldi.

Nel frattempo Maeve, la “collega” di Otis che lo aiuta nella gestione della clinica, torna a scuola, dimostrandosi un’ottima studentessa. Ma la situazione a casa è sempre più complicata a causa del ritorno improvviso della madre.

Intanto Otis è alle prese con la sua prima relazione ed i problemi legati al sesso non tardano ad arrivare, soprattutto a causa dell’improvviso ritorno di Maeve….

Tanti argomenti:

Se la prima stagione aveva puntato nella direzione dello sdoganare i tabù, la seconda si spinge oltre e parla di argomenti ancora più insidiosi della sessualità in sé.

Molestie

In uno dei primi episodi assistiamo ad una scena di molestia sessuale: un uomo sul pullman si masturba davanti ad una ragazza, macchiandole anche i pantaloni.

Inizialmente lei non vuole sporgere denuncia perché è convinta di non aver subito nessuna violenza, ma quando Maeve le fa notare che quella è una molestia in piena regola, la ragazza si convincerà a sporgere denuncia. E anche se all’inizio sembra andare tutto bene, il trauma lasciatole da quell’esperienza sarà molto difficile da superare.

Il messaggio è molto forte e chiaro: lo stupro non è l’unica forma di molestia. C’è ne sono molte altre e per poterle fermare bisogna saperle riconoscere perché, come viene detto nel penultimo episodio della stagione, troppe volte le donne sono molestate e non possono fare niente per cambiare la situazione.

Perché molestia non è solo lo stupro, ma anche i fischi. Gli insulti. Le palpatine da sconosciuti in mezzo alla folla. E bisogna fermarle a tutti i costi.

Piacere femminile

Altro argomento ancora molto tabù è legato al piacere femminile e al diritto delle donne di avere una vita sessuale piena e soddisfacente, anche grazie all’aiuto di oggetti designati a questo scopo, come il vibratore.

Tanti tipi di orientamento

Quando si parla di orientamenti sessuali la tendenza è quella di focalizzarsi su due di essi: eterosessualità e omosessualità.

Se la prima stagione si era focalizzata interamente su questi due, la seconda tratta anche di altri orientamenti, come la pansessualità e l’asessualità, dandone una breve ma chiara definizione e spiegandoci che vanno bene entrambe.

Risultato immagini per sex education stagione 2"

Possiamo essere attratti da aspetti di una persona che vanno oltre il sesso biologico di essa.

E se manca il desiderio sessuale va bene perché non sarà il sesso a renderci persone complete e ci sono cose molto più importanti.

Poca educazione alla sessualità

Ora in questo le scuole italiane sono ancora molto indietro poiché è molto raro che si tratti di sessualità, se non da un punto di vista rigorosamente scientifico e legato alla riproduzione. In molti paesi stranieri esiste una materia chiamata “educazione sessuale”, la quale tuttavia non tratta gli argomenti nel modo corretto.

La sessualità una parte importante della vita di molti individui e pertanto deve essere spiegata in modo esaustivo da persone competenti, evitando il più possibile i tabù.

E questo è un problema che va risolto.

Anna

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top
en_GBEnglish (UK)
it_ITItaliano en_GBEnglish (UK)
%d bloggers like this:
Skip to toolbar