NON MENTIRE

Con oltre 3 milioni di spettatori si è conclusa anche Non Mentire, il remake Mediaset della serie britannica Liar. Riprendendo per filo e per segno gli avvenimenti di Liar, in queste 3 puntate abbiamo scoperto la vita e il passato di Laura Nardini e Andrea Molinari.

DUALISMO: VITTIMA E CARNEFICE

Laura (Greta Scarano) è una professoressa in un liceo di Torino, mentre Andrea (Alessandro Preziosi) è un noto chirurgo. Le loro vite sono collegate solo dal figlio di Andrea, studente di Laura e della sorella di lei, la stessa che proporrà alla sorella di uscire una sera con il medico. Tutto fila liscio, una semplice uscita come tante altre e tra i due scocca qualcosa. Ma la serata finirà in un modo in cui Laura non avrebbe mai ipotizzato e la mattina dopo Andrea Molinari viene accusato di stupro.

Due ricordi completamente diversi, da una parte la verità, dall’altra la menzogna e due vite cambiate per sempre. Da una parte Laura inizia a vivere con il terrore e cerca in tutti i modi di farsi giustizia da sola, siccome non esiste alcuna prova a favore, se non nei suoi ricordi che sono offuscati. Andrea, d’altro canto, deve proteggere se stesso e il figlio, vittima di bullismo proprio a causa di quella denuncia.

La storia non gira solamente intorno a questi due personaggi, ma sono importanti anche Caterina, la sorella di Laura, Tommaso, l’ex fidanzato e Vanessa Alaimo, l’ispettore capo che segue il caso della Nardini.

Odio essere diventata una vittima

Per chi ha già visto Liar sa già come andrà a finire, ma per chi invece lo vede per la prima volta questa miniserie lascerà in sospeso fino all’ultimo. Le puntate sono strutturate in modo tale da creare dubbi e domande. Nella prima puntata tutto sembra a favore di Molinari; una persona così e soprattutto un dottore non farebbe mai un gesto del genere, non metterebbe a rischio la carriera e la vita di suo figlio. Dalla seconda puntata invece la fortuna sembra indirizzata verso Laura che si spinge in situazioni pericolose per rivelare il passato di Andrea e chiudere questo capitolo della sua vita.

Il tema della violenza sulle donne è un tema più che attuale, purtroppo, e Non Mentire ci mostra un suo aspetto ancora più sinistro e raccapricciante: l’uso della “droga dello stupro”, GHB, una sostanza che non lascia tracce e che permette agli stupratori di violentare senza lasciare prove. Viene un po’ spontaneo mettersi dalla parte di Laura, tentare di difenderla e cercare giustizia insieme a lei, ma come ho detto, ci saranno anche momenti dove sembrerà lei nel torto. Quindi a chi dei due credere?

UN CAST SPETTACOLARE 

Di per sè le puntate sono create per mettere suspense, se poi aggiungiamo il livello di recitazione della Scarano e di Preziosi otteniamo una serie che lascia a bocca aperta. Entrambi sono riusciti a rappresentare personaggi complicati, che hanno sofferto e che nascondono un lato segreto. Due attori che riescono a passare in pochissimo tempo dal sembrare le vittime ai carnefici, lasciando sempre un perenne amaro in bocca.

Questo remake è riuscito a trasmettere tutti i sentimenti provati dai protagonisti e tra cast, ambientazione e storia è riuscito a conquistare il cuore di molti, riproponendo una tematica importante e che ha bisogno di essere rappresentata e raccontata. Per quanto riguarda un’altra stagione è ancora tutto aperto, ma grazie alla seconda stagione della serie originale, tutto è possibile!

E non ci credono perchè se non hai gridato forse ti piaceva, se avevi una minigonna forse te la sei cercata e se l’hai fatto con il tuo datore di lavoro allora è stato uno scambio. Ogni scusa è buona per non essere creduta!”

Voto: 8,5/10

Mels.

Lascia un commento