ROLLING THUNDER REVUE: A BOB DYLAN STORY BY MARTIN SCORSESE

Bob Dylan è stata una (e lo è ancora) delle persone più influenti e rivoluzionarie già negli anni ’70. Con una carriera che l’ha portato ad ottenere Oscar, Golden Globe e anche il premio Nobel per la letteratura, Dylan è un poeta della sua generazione.

ROLLING THUNDER REVUE

Questo film/documentario, diretto da Martin Scorsese, si concentra su una minuscola parte della vita di questo cantautore, in particolare sul tour del 1975: il Rolling Thunder Revue.

Le riprese che sono utilizzate nel documentario sono quelle originali girate nel 1975 da Georges Méliès e ci mostrano un giovane Bob Dylan mentre gira tutta l’America guidando l’autobus del tour. Un’anima semplice, Dylan è riuscito a lanciare messaggi pacifisti e a lottare per i diritti umani solamente componendo canzoni.

Con il viso dipinto in stile Kiss, Bob Dylan ha cantato in palazzetti da 3000 persone, andando quasi contro al buonsenso, ma lui, al contrario di altri, non era interessato alla fama. Per questo motivo il Rolling Thunder Revue è stato sia un successo, per quanto riguarda l’avventura, ma anche un insuccesso sul lato economico.

BOB DYLAN ATTRAVERSO LE PAROLE DEGLI AMICI

Bob Dylan è sempre stato un ragazzo di poche parole e non a caso il documentario si concentra su ciò che i suoi amici e chi ha lavorato con lui raccontano. Dalle loro dichiarazioni traspare la semplicità di Bob, il cui vero nome è Robert Allen Zimmermann, e sopratutto la voglia di creare un tour che unisse tra di loro le persone.

Rolling Thunder Revue: A Bob Dylan Story by Martin ...

Girando di città in città, il Rolling Thunder Revue ha raccolto sempre più persone, fino ad avere circa 15/16 persone sul palco (un numero assurdo!), senza contare chi lavorava dietro nelle quinte.

Un esempio curioso è il caso di Sharon Stone, incontrata da Bob Dylan durante un suo concerto e che anni dopo avrebbe fatto parte del tour. Senza un motivo apparente, la Stone è stata aggiunta a questo gruppo, ma ciò ci fa capire che persona fosse questo cantastorie del Minnesota.

TRA FINZIONE E REALTA’

Non potremo mai sapere se le riprese del tour raccogliessero la vita reale oppure la finzione creata per il documentario. Così come Bob Dylan è un po’ un essere mitologico, così questo documentario ci racconta uno dei tour più caotici di sempre.

Rolling Thunder Revue: A Bob Dylan Story by Martin ...

L’intento di Scorsese era di rappresentare lo spirito che ha animato il Rolling Thunder Revue e penso ci sia riuscito benissimo, riportandoci indietro di quasi 44 anni.

“Life isn’t about finding yourself, or finding anything. Life is about creating yourself, and creating things.”

Mels.

Lascia un commento