RUSSIAN DOLL

“È da un po’ che non ci vediamo”

”Immagino per te lo sia, eh?”

Mi ha sempre fatto un certo effetto pensare alla nostra vita, a quello che significa veramente. Mi sono sempre chiesta, come credo tutti, se avessimo uno scopo da portare avanti, da perseguire. Se esistesse, insomma, quella cosa che noi chiamiamo destino.

Scopriamolo, che dite?

OVER AND OVER AGAIN

Risultati immagini per russian doll netflix

Nadia è una giovane donna, che lentamente si sta lasciando morire, senza neanche accorgersene. Beve troppo, fuma troppo e presta poca attenzione alla gente che le sta intorno. Il giorno del suo compleanno, lascia la festa organizzata dalla sua amica Maxine, per passare la notte con un uomo. Quella stessa notte, però, si accorge di non avere più sigarette ed esce con l’obiettivo di comprarle, quando dall’altra parte del marciapiede vede il suo gatto, che era scappato da tre giorni. Quando tenta di raggiungerlo viene investita da una macchina e BOOM si ritrova alla sua festa di compleanno. Quello che Nadia deve ancora scoprire è, però, che non dovrà affrontare tutto questo da sola, ma che qualcun altro, come lei, è bloccato in un loop temporale. Insieme cercheranno un modo per rompere ‘lo schema’, che ormai continua a ripetersi e sembra non volersi fermare.

Non sapevo bene cosa aspettarmi da questa serie quando l’ho iniziata, non avevo alcuna opinione, nessun pregiudizio. Solo tanto tempo a disposizione e quella rassegnazione che si prova davanti a serie appena uscite *inserire scrollata di spalle e una voce che dice ‘vabbè, iniziamola*. Ovviamente dopo solo dieci minuti ero totalmente catturata dalla trama.

Risultati immagini per russian doll netflix

Era difficile portare avanti una storia del genere, che ha degli spunti comici, ma dove vengono trattati argomenti delicati come il suicidio, le malattie mentali, il senso di perdita e di vuoto. Era difficile perchè questo mix di commedia e drama poteva portare ad un risultato scadente. Invece no. Con ironia ed emotività la serie si costruisce da sola, intorno ad una trama ben strutturata, che rimane coerente e chiara, nonostante le interminabili ‘morti’.

Natasha Lyonne, inoltre, attraverso una performance divertente, ma dolorosa al punto giusto riesce a sorprendere lo spettatore e a fargli godere la visione della serie tv, come se fosse coinvolto nella storia.

LA RISCOPERTA DELLA VITA

“Mi prometti che sarò felice?”

“Non posso. Assolutamente no. Ma posso prometterti che non

sarai solo”

I due protagonisti, bloccati non solo nel loop temporale, ma anche in una ‘non-vita’, iniziano a portare degli effettivi cambiamenti nelle loro vite solo nel momento in cui si incontrano. In qualche modo erano legati e in qualche modo, dovevano ritrovarsi e aiutarsi. Entrambi erano, prima di entrare nella vita dell’altro, al limite della disperazione, entrambi non stavano realmente vivendo, ma stavano solo cercando di andare avanti.

Risultati immagini per russian doll netflix

Mi piace l’idea che una singola persona possa sconvolgere l’intera tua esistenza. Come se un singolo gesto, una determinata parola, un’offerta d’aiuto possa cambiare letteralmente ogni cosa. Sempre di finzione parliamo, ma questa serie tv ne è la prova. Due anime che sembravano rotte e perse si sono aiutate a vicenda a rimettere insieme i pezzi e hanno ritrovato quella scintilla di speranza e di voglia di vivere, che stavano lentamente perdendo, che stava scivolando loro da dosso.

Ho sempre creduto nel destino e questa serie, in un certo senso, è riuscita a donarmi una parte di quella scintilla che i protagonisti hanno avuto la fortuna di trovare. Sperando un giorno di trovare la mia, auguro a tutti voi di trovare la vostra.

VOTO

8/10

Benny

"I believe in the power of words"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti