SHADOWHUNTERS-LA FINE DEL VIAGGIO

But I’ll give my love, I don’t care if it hurts.

Shadowhunters ha concluso il suo percorso, l’altro giorno, con un episodio conclusivo da un’ora, in questi ultimi anni la serie è stata aspramente criticata da molti e amata da altri. Chi da una parte ha letto i libri e quindi considera molte delle scelte fatte a livello narrativo degli scempi e chi invece senza il confronto con il cartaceo, è riuscito a goderselo e apprezzarlo con naturalezza.

Io faccio parte delle persone che avendo letto i libri, non ha mai apprezzato alcune determinate scelte fatte nella serie, perché alcune di esse hanno significato uno snaturamento di alcuni personaggi che finiscono per compiere azioni che la loro controparte cartacea non avrebbe mai fatto.  Devo dire però che accettato questo, e arrivata alla conclusione che ormai la serie andando avanti, si stava sempre di più staccando dai libri, sono riuscita a trovare un compromesso, dentro me stessa, per riuscire ad andare avanti con la visione, accettandone i difetti e incuriosita da dove sarebbero andati a parare alla fine.

UN FINALE VOLUTO E RICHIESTO

L’anno scorso, quando era stata annunciata la cancellazione della serie, il canale Freeform aveva già esplicitamente detto che la serie avrebbe avuto episodio conclusivo da due ore e quindi di non preoccuparsi che la storia non sarebbe stata lasciata in sospeso.

Così è stato. Il finale di Shadohunters una strizzata d’occhio a chi ha seguito la serie fin dall’inizio, con qualche scena di rimando, e purtroppo però è anche la mazzata finale per chi ha letto i libri, stravolgendo completamente i ruoli di alcuni personaggi e il significato delle loro scelte volute da Cassandra Clare.

Però devo dire a loro discolpa che non era facile, non è mai semplice dover concludere un’intera serie in un solo episodio e in quei pochi minuti portare a una degna conclusione tutte le varie storyline. Hanno fatto del loro meglio e nonostante sia piena di difetti, sono riusciti a trovare il giusto spazio un po’ per tutti i personaggi, per dare il tempo allo spettatore di salutare ognuno, questa è stata uno scelta che ho notevolmente apprezzato. Per cui, nonostante non condivida la via che hanno intrapreso all’interno dello show, non posso non notare che viste le condizioni hanno fatto un lavoro più che dignitoso.

I MALEC

Una delle poche fonti di gioia all’interno della serie, sono sempre stati loro: Alec e Magnus.

Grazie al loro amore, sono riusciti a rompere ogni convinzione e regola imposta dal Clave e a ispirare migliaia di persone, vediamo l’evoluzione del loro rapporto  crescere in maniera molto più rapida rispetto ai libri, ma non per questo in maniera meno profonda. Il rapporto che lega Alec e Magnus ha aiutato non solo loro stessi a crescere ma anche i loro amici ad affrontare con coraggio e decisione i loro demoni, in nome delle persone che amano.

L’amore che lega Alec e Magnus è così vero e importante da cambiare l’intera società degli Shadowhunters, per questo anche nei libri, sono loro il vero cuore della storia. Loro hanno avuto l’epilogo migliore e quello più meritato, il loro matrimonio è sicuramente il momento più bello dell’intero finale e anche quello più commovente.

Salutare i Malec è la parte più difficile e che mi rattrista maggiormente ma sono felice di aver avuto la possibilità di vederli compiere il loro percorso e crescere in questi anni.

VEDREMO ANCORA UN TRASPOSIZIONE DEL MONDO DI SHADOWHUNTERS?

Mai dire mai, il mondo creato da Cassandra Clare è vasto e pieno zeppo di storie che ancora possono essere raccontate e trasposte, spero però con più fedeltà con il materiale originario.

Nell’ultimo periodo si parlava di un adattamento delle Origini, ma è ancora troppo presto per dirlo, quello che è certo è che questi personaggi sono impossibili da dimenticare e meritano di essere raccontati in ogni versione possibile, non importa che sia un film, serie o fumetto.

Con questo concludo e dico addio a questa serie che tra alti e bassi, qualche sorriso e lacrima è riuscita a strapparmela, salutando tutti i personaggi che ci hanno accompagnato fino ad ora.

Irene

Lascia un commento