THE LAST SUMMER

Okay, forse mi sono affezionata troppo alle rom-coms di Netflix perchè sono arrivata al punto che mi piacciono (quasi) tutte nonostante la storia sia sempre la stessa: ultimo anno prima del college, un gruppo di amici, cuori infranti e amori difficili. Cose viste e riviste di cui ne abbiamo fin sopra i capelli, ma che in realtà non stancano mai, perchè diciamoci la verità, tutti noi abbiamo bisogno ogni tanto di un film superscontato.

NULLA DI NUOVO SUL FRONTE NETFLIX

A quanto pare, Netflix non si stanca di riproporre i soliti stereotipi americani e “The Last Summer” sicuramente propone un bel catalogo. In questo film vediamo intrecciarsi diverse storyline, diversi personaggi, che magari non hanno nulla in comune tra di loro, passare la loro ultima estate prima di affrontare la dura vita del College. In queste due ore vediamo un po’ di tutto: ragazzi alle prese con le loro prime esperienze amorose, coppie esplodere per poi ricomporsi, sogni che tentano di avverarsi, mentre altri finiscono nell’oblio.

Tutto questo non è affrontato in modo filosofico, anzi, non penso che dietro a questo film ci sia il tentativo di mandare un messaggio profondo, ma nel complesso è una rom-con leggera, che si guarda senza sperare in un qualche finale assurdo e melodrammatico, sicuramente non si tratta di un film diretto dai fratelli Russo.

UN ALTRO CAST GIOVANE E ALLE PRIME ARMI

Lo ammetto, ho guardato questo film perchè sapevo che nel cast ci sarebbero stati Tyler Posey (per chi non si ricordasse, Scott McCall in Teen Wolf) e Kj Apa (Archie Andrews in Riverdale) e ciò magari mi ha spinto ad apprezzare il film un po’ di più, ma chi non lo farebbe di fronte alla tenerezza di Tyler? A parte questo di cast ne ho visti di peggiori e sinceramente penso tutti siano stati abbastanza bravi, non erano ruoli impegnativi, ma sono comunque riusciti a calarsi nei panni dei loro personaggi e penso che la decisione di scegliere attori giovani sia stata d’aiuto per creare un’atmosfera più “collegiale” (sono stanca di attori adulti che impersonano ragazzi di 17/18 anni!).

IL FILM NEL COMPLESSO

Se dobbiamo parlare della trama, cari miei, tenetevi forte. Vi ricordate quando i protagonisti all’interno di una rom-com in qualche modo erano tutti collegati tra di loro? Scordatevi quei tempi. “The last summer” ci propone diverse storie (forse fin troppo) con diversi protagonisti che non per forza si conoscono tutti tra di loro. Tutto ciò sfocia in un bellissimo alternarsi di storie che sa molto di finale aperto, siccome non finiscono tutte contemporaneamente, ma alcune prima di altre. Nonostante ciò, ho apprezzato le singole storie e soprattutto la scenografia (New York è sempre stupenda).

In conclusione, vi consiglio di guardarlo perchè alla fine non è un film troppo romantico, stupido o banale, è adatto per un pomeriggio di noia sicuramente. Se ancora non vi ho convinto, allora guardatelo per questo piccolo Tyler sorridente (okay la smetto).

Voto: 7,5/10

Mels.

 

Melanie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
Vai alla barra degli strumenti