THE MANDALORIAN

The Mandalorian è il nuovo progetto del marchio Star Wars, diffuso dalla nuova piattaforma streaming Disney+.

Nonostante la tendenza della Disney a tirare per le lunghe i suoi progetti, The Mandalorian è un vero progetto di qualità.
Soddisfa appieno le aspettative dei fan di Star Wars sviluppando personaggi del passato, dando loro una storia.

The Mandalorian è un progetto puro, che sembra uscito direttamente dalla mente di George Lucas. E’ uno Star Wars privo di tutte quelle esigenze di marketing che caratterizzano le produzioni cinematografiche moderne, tra cui la Disney. È lo Star Wars che ogni vecchio fan ha sempre voluto vedere.

IL CACCIATORE DI TAGLIE

Come dicevo prima, The Mandalorian non è stato fatto per un’esigenza di commercio, ma è un regalo per i fan più tradizionali.
Ci ritroviamo a vivere le avventure dell’erede del più famoso cacciatore di taglie: Jango Fett e come degno erede indossa il suo stesso costume e il suo stesso, iconico, elmetto che non rivelerà mai il volto. Questo personaggio ha sempre incuriosito molto, perché avvolto in un alone di mistero, e quel poco che sappiamo adesso viene sviluppato grazie a The Mandalorian.

IL MONDO DI STAR WARS

Il Mandaloriano, partendo dal suo pianeta natio Kamino, si sposta nella galassia lontana lontana tra un salto nell’iperspazio e un altro con una navicella spaziale e si ferma ad ogni tappa in un angolo diverso dello spazio per eseguire il suo lavoro. Ed è qui che abbiamo l’occasione di vedere il mondo di Star Wars.

Che cosa vogliamo vedere se non creature strane, lingue mai sentite, droni, navicelle spaziali e paesaggi mozza fiato? E’ esattamente questo quello che ci dà The Mandalorian.
Senza troppi problemi, la serie tv riprende il meglio dello Star Wars degli anni 80. Non solo si concentra sugli elementi tipici di questa saga cinematografica, dando omaggio allo spirito originale. Ma riporta in vita quello che George Lucas voleva: il filo narrativo e l’approccio visivo.

IL FILO NARRATIVO

Per quanto riguarda la narrazione abbiamo un racconto onesto, lineare, senza troppi intrecci, un’avventura che prende vita e termina in un unico uomo e nel suo viaggio. I personaggi sono chiari e semplici e le interazioni tra di loro sono determinanti, come tasselli di un puzzle che a fine serie si completa.
Non si sente il bisogno di dare vita a chissà quale storia impensabile pur di continuare all’infinito il progetto, ma, al contrario, si sente il bisogno di semplicità e di godersi un viaggio altrettanto semplice.

L’APPROCCIO VISIVO

L’approccio visivo è un vero omaggio a Lucas e grida “trilogia originale!!!”, ma non è lo stesso omaggio che gli ha dato J.J. Abrams con la nuova trilogia, ovvero un omaggio in chiave moderna. In questo caso si tratta di riprendere Star Wars e adattarsi ad esso e non adattare Star Wars al contesto storico.
Le inquadrature, la luce, i colori caldi e freddi, ma sopratutto pastello, le transazioni e infine gli effetti speciali sono onesti e simboleggiano l’amore che Favreau, sceneggiatore di The Mandalorian, prova per questa saga. Il suo obiettivo infatti non è quello di reinventare Star Wars.

LA RECITAZIONE

L’onestà la si percepisce soprattuto dalla scrittura della serie. Gli attori sono “costretti” a lavorare sotto un pesante makeup, con delle maschere e, nel caso del protagonista, dietro un elmetto.
Pedro Pascal interpreta il cacciatore di taglie, il quale indossa l’iconico elmetto che non si toglierà mai. Tutta la sua recitazione è incentrata sul linguaggio del corpo, anch’esso piuttosto limitato dall’armatura, e dalla voce. Non ci potrebbe essere situazione più complicata per un attore di cinema, ma nonostante questo Pedro Pascal è riuscito alla perfezione.

Inoltre i dialoghi sono pochi, perfettamente calibrati e mai una parola di troppo. In The Mandalorian si dà meno spazio alle parole e più spazio all’atmosfera, al silenzio, all’aria e agli odori che straordinariamente si percepiscono attraverso lo schermo.

IN CONCLUSIONE

Il risultato è che The Mandalorian è più Star Wars di qualsiasi altro Star Wars fatto dai tempi de “Il ritorno dello Jedi“!

9/10

Cami

Camilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti