LAS CHICAS DEL CABLE 4

No se puede olvidar quién eres porque siempre va a aprarecer una persona que te lo recuerda.

Sono tornate ‘le ragazze del centralino’ con la quarta stagione, uscita il 9 Agosto su Netflix. Dopo tre stagioni avvincenti, la quarta continua sulla stessa linea, caratterizzata da mistero, segreti, ma anche storie d’amore e d’amicizia. Una tipica serie tv spagnola, che però, conserva la classe e l’eleganza, oltre che una decisamente migliore qualità, di un qualunque drama period.

L’IMPORTANZA DEL PASSATO

Risultati immagini per las chicas del cable 4 gif

Un fattore importante de ‘Las Chicas Del Cable’ è sicuramente la continuità. I personaggi sembrano essere persone differenti, questo perché tutto ciò che è loro accaduto nelle stagioni precedenti li ha segnati e a volte anche del tutto sconvolto. Nelle prime tre stagioni, infatti, sono tanti i momenti di suspense e altrettanto numerosi i colpi di scena.

La quarta stagione parte da un passato importante, che in un certo senso stravolge un po’ la serie, seppur mantenendo l’inevitabile stile generale. Questa stagione sembra migliorarsi con le puntate, risolvendo un po’ il drama trash delle prime tre stagioni. Non che questa volta non ce ne sia. Ovviamente, è uno degli aspetti che nella serie trova la sua maggiore rappresentazione, tanto che a volte è davvero difficile stare dietro a tutte le catastrofi che accorrono durante la visione.

Questo, però, ne ‘Las Chicas Del Cable’ non è un punto a sfavore, anzi. Naturalmente lo spettatore sa a cosa va incontro nel momento in cui decide di cliccare play. Non posso negare qui ed ora che la serie, nel suo complesso, non sia trash. Tuttavia, parliamo di buon trash, un trash di qualità, che onestamente è sempre utile per passare il tempo e godersi un bel binge watching.

DAGLI ANNI 20 AGLI ANNI 30

Risultati immagini per las chicas del cable 4 gif

Come sappiamo la serie parte alla fine degli anni 20 e al momento in cui si arriva alla stagione più recente, corre l’anno 1931. Un anno di forti cambiamenti politici e sociali. Questo aspetto è molto trattato nella serie e diventa, nella quarta stagione, uno degli argomenti più importanti e che si collega ai fatti principali della trama. La Spagna è sempre stato un paese molto avanzato per quanto riguarda tematiche di rilevanza sociale e questo viene certamente evidenziato, ma viene costantemente ricordato allo spettatore, che nonostante tutte le lotte e le ‘battaglie’ vinte rimane sempre chi il cambiamento, se non scientifico, non lo vuole accettare e fa di tutto per fermarlo.

Su questa base, sicuramente, si fonda la quarta stagione. Nella quale, appunto, Carlota viene accusata di un gravissimo crimine, Madga è alle prese con il divorzio, Angeles ha ormai ripreso il controllo della sua vita e Lidia deve ancora fare i conti con il vero amore e il suo ormai instabile equilibrio familiare. Tante altre vicende si vanno a scontrare, creando un insieme di storyline che non sono mai troppe, ma che si amalgamo perfettamente in quel grande caos organizzato che è la serie spagnola.

LO STILE INNATO

Immagine correlata

Un grande punto a favore della serie è, senza ombra di dubbio, l’atmosfera di quegli anni che viene nettamente caratterizzata al suo meglio. I vestiti fascinosi, cappelli che farebbero invidia alle più alte case di moda, acconciature impeccabili e quel senso di finezza e classe che le attrici riescono a trasmettere nei loro personaggi.

Un cast interessante e una storia particolare, che magari sfocia ogni tanto nell’inevitabile ‘trash da soap spagnola’, ma che recupera alla grande su tanti altri aspetti. Come le scenografie, una fotografia discreta e una buonissima e anche a tratti simpatica recitazione.

Una serie da scoprire, che non cerca di essere di alta qualità, ma si mantiene sul suo buon livello e che per questo si finisce inevitabilmente per apprezzare.

VOTO: 7.5/10

Lascia un commento