X-MEN: DARK PHOENIX

Il 2019 è l’anno della conclusione di diverse saghe, dalla fase tre della Marvel a Star Wars, passando per gli X-Men. Dopo 19 anni e 7 film, senza contare gli stand alone, dobbiamo dire addio ai mutanti per come li abbiamo conosciuti fino ad adesso. Vedremo cosa deciderà di fare la Marvel adesso che ha ricomprato i diritti dalla Fox.

UNA CONCLUSIONE TRAVAGLIATA

Rimandato, criticato e ritagliato, Dark Phoenix finalmente è riuscito ad uscire nelle sale giovedì scorso. Dico finalmente, perchè sin dall’inizio è stato criticato, a mio dire, ingiustamente. E nemmeno il ritorno di Simon Kinberg nel ruolo di regista e la colonna sonora di Hans Zimmer sono bastati a fermare le numerosissime critiche. La paura era quella che Dark Phoenix riprendesse per filo e per segno gli avvenimenti di “The Last Stand”, l’ultimo film della vecchia trilogia, con Hugh Jackman e Famke Janssen (Jean Grey).

Dark Phoenix invece è molto diverso: ambientato nel 1992, si concentra sulla scoperta di Jean di questo nuovo potere che non riesce a controllare e che la porta a distruggere tutto quello che ha intorno, a fare del male alle persone a cui più vuol bene.

Dark Phoenix è molto più mentale e psicologico rispetto a The Last Stand, tant’è che si scopre anche il passato di Jean, come è arrivata nell’istituto di Xavier e come questo nuovo potere la aiuterà a capire chi veramente è.

MUTANT CIVIL WAR

Se prendiamo in considerazione tutti i film degli x-men notiamo che una costante è il continuo opporsi di Charles ed Erik. Ciò che rende Dark Phoenix particolare e soprattutto una bella conclusione è vedere finalmente i due trovare un’armonia e lavorare insieme per il futuro dei mutanti. Vedere i due pilastri degli x-men andare oltre alla loro rivalità, per collaborare, fa sì che una delle scene più belle e mozzafiato sia appunto quella in cui vediamo tutti i personaggi combattere fianco a fianco per il bene di Jean.

Inoltre è interessante anche vedere come per una volta la colpa ricada su Charles, il vero “cattivo”, che con l’intento di proteggere Jean l’ha portata ad essere più vulnerabile ed insicura. Nonostante ciò l’antagonista in dark phoenix è Vuk, regina degli D’Bari, una razza aliena di mutaforma che cercherà in ogni modo di riprendere la forza cosmica che Jean ha acquisito.

GREY’S SCHOOL FOR GIFTED YOURSTERS

Come ben avrete capito per me Dark Phoenix è stata la giusta conclusione a questa saga importantissima. Avrei preferito vedere più spazio dedicato a Mystica e Pietro, ma nonostante ciò in questo film si sono sottolineati adeguatamente i poteri dei singoli personaggi. Risultati immagini per dark phoenix gif

Tutti hanno avuto la loro parte e sopratutto nella battaglia finale Kinberg è riuscito ad orchestrare benissimo i vari personaggi.

COSA CI ASPETTA IL FUTURO?

Non sappiamo ancora bene quali siano i piani della Marvel a riguardo, ma tra le certezze c’è il recast dei diversi personaggi, fatta eccezione per Ryan Reynolds che riprenderà il suo ruolo come Deadpool.

Onestamente ho un po’ paura di vedere cosa accadrà, soprattutto perchè fino a questo momento è stato fatto un ottimo lavoro, ma ripongo le mie speranze in quella che è sempre stata la vera “casa” degli x-men.

VOTO: 9/10

Mels.

Guest Author

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published. Required fields are marked *

Back to top
en_GBEnglish (UK)
it_ITItaliano en_GBEnglish (UK)
%d bloggers like this:
Skip to toolbar