AJ AND THE QUEEN

RuPaul Charles è tornato su Netflix con uno show tutto nuovo.
La peculiarità, stavolta, sta nella sua recitazione. Per la prima volta, infatti, vedremo RuPaul vestire i panni della sua Queen in un contesto diverso da quello di Drag Race.

Ma chi è RuPaul Charles?

«If you can’t love yourself, how the hell you gonna love somebody else?»

Conosciuto ai più con lo pseudonimo RuPaul, è un personaggio appartenente al mondo dello spettacolo televisivo e musicale. E’ famoso soprattutto grazie alla sua immagine di drag queen e creatore del format televisivo RuPaul’s Drag Race.
Seppur facente parte del panorama televisivo e musicale dagli inizi degli anni Novanta, RuPaul accresce la propria fama a livello internazionale grazie al programma. Drag Race vede varie drag queen sfidarsi con prove a eliminazione per aggiudicarsi titolo e premi. La Queen vincitrice viene incoronata “America’s Next Drag Superstar”.
RuPaul è stato sin da subito pioniere dell’abbattimento degli stereotipi di genere. Grazie alle sue interviste e ai suoi programmi, cerca di sensibilizzare la società su varie tematiche, tra cui l’omosessualità, le persone nere e la misoginia, portando avanti messaggi di amore e tolleranza.
Inoltre, RuPaul è riconosciuto per aver reso l’arte drag popolare.

AJ and the Queen

Uscito sulle piattaforme streaming a pagamento il 10 gennaio, AJ and the Queen è una LGBTQ comedy scritta per Netflix da Michael Patrick King, il creatore di Sex and the City, insieme a RuPaul.
Ruby Red, interpretata da lui, è una drag queen dalle grandi aspirazioni: vorrebbe infatti aprire un locale.
Il suo sogno però viene infranto da due truffatori, che gli rubano tutti i risparmi accumulati in anni di spettacoli. Rimasto completamente al verde Ruby accetta il consiglio di un suo amico e si organizza per andare in tour ed esibirsi sui palchi americani. Tutto sembra procedere bene, ma i suoi piani vengono stravolti quando trova nella roulotte una bambina di nome AJ, che si è nascosta per evitare i servizi sociali .
Ruby decide di portarla con sé in viaggio e di insegnarle alcune regole fondamentali per vivere bene.
In pochissimo tempo, stringono un legame talmente forte che non riescono più a fare a meno l’uno dell’altra: i due imparano ad amarsi e a conoscersi, fino ad unirsi come padre e figlia.

Uscita da poche ore, ancora è difficile dire se giudicare con un shantay you stay o un sashay away questa serie. I giornali americani, tuttavia, stanno giudicandola in maniera negativa. Avranno ragione? Avranno torto? Difficile a dirlo, magari è più da capire una serie così, piuttosto che limitarsi ad un giudizio affrettato.
Quel che è certo è che, ancora una volta, viene data visibilità alla comunità LGBTQ, parlando di tematiche spesso taboo.

Ilaria

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top
en_GBEnglish (UK)
it_ITItaliano en_GBEnglish (UK)
%d bloggers like this:
Skip to toolbar