LA VERITÀ SUL CASO HARRY QUEBERT

“Marcus sai qual’è l’unico modo per misurare quanto ami una persona?”

“No.”

“Perderla.”

La verità sul caso Harry Quebert è una miniserie thriller del 2018 basata sull’omonimo romanzo di Joël Dicker.

TRAMA

Aurora, New Hampshire, 1975. Nola Kellergan (Kristine Froseth), una ragazza quindicenne, scompare misteriosamente senza lasciare tracce. New York, 2008. Marcus Goldman (Ben Schnetzer), giovane scrittore diventato famoso grazie al suo primo libro, sta avendo un blocco dello scrittore proprio quando deve scrivere il suo secondo. Per questo decide di  chiamare il suo amico e il suo mentore, Harry Quebert (Patrick Dempsey), uno degli scrittori più famosi dell’America per chiedergli aiuto su come superare il blocco dello scrittore. Harry, quindi, lo invita a casa sua ad Aurora, una cittadina del New Hampshire per aiutarlo a fargli venire l’ispirazione.

Ma qualcosa di imprevisto accade durante la sua permanenza ad Aurora: Harry viene accusato di aver ucciso la quindicenne Nola Kellergan, ritrovata dopo trentatré anni sepolta nel giardino della villa dello scrittore. Marcus, quindi, inizia ad indagare per aiutare l’amico, ma durante l’investigazione scopre tantissimi segreti, tra cui la relazione segreta tra Harry, allora trentenne, e Nola che lo fa domandare se Harry abbia davvero ucciso o no la ragazza durante l’estate del 1975.

LA SERIE SEGUE PERFETTAMENTE IL LIBRO

Quando ho sentito la notizia che avrebbero prodotto la serie, avevo ansia e non ne ero convinta, perché il libro è davvero complesso, pieno di colpi scena, e pure i personaggi hanno un carattere complesso. La paura che la serie potesse rovinare il libro era tanta. Ma, quando ho finito di vederla, sono rimasta sorpresa, perché la serie ha seguito il libro e tutti i suoi colpi di scena. Anche, gli attori sono stati bravi ad interpretare i personaggi dando giustizia al libro.

Kristine Froseth, a parere mio, è stata la scelta giusta per interpretare Nola perché non solo le assomiglia fisicamente ma è riuscita a riportare anche caratterialmente un personaggio davvero complesso (capirete quando vedrete la serie o leggerete il libro). Anche Patrick Dempsey e Ben Schnetzer mi sono piaciuti davvero tantissimo nella rispettiva interpretazione di  Harry e Marcus.

UN THRILLER CHE TI LASCIA CON IL FIATO SOSPESO

La serie (e ovviamente anche il libro) ti lascia con il fiato sospeso dalla prima all’ultima scena in quanto capace di ricreare quell’aria misteriosa intorno alla piccola cittadina e ai suoi abitanti. La serie è piena di colpi di scena, perché appena pensi di aver avuto risposte sulla ragione della misteriosa morte di Nola e su chi l’avesse uccisa, c’è subito un altro colpo di scena che ti fa cambiare idea. È per questo motivo, che sia la serie e il libro ti fanno stare interessata a continuare a vedere o a leggere.

Un highlight alla sigla perché è meravigliosa e riesce a dare ancora di più l’aria misteriosa.

Se state cercando una serie da vedere, vi consiglio questa miniserie perché è un gioiellino e vi assicuro che non ve ne pentirete e infine ricordatevi: NOLA KELLERGAN DESERVED BETTER.

Voto: 10/10

Asha

Asha

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published. Required fields are marked *

Back to top
en_GBEnglish (UK)
it_ITItaliano en_GBEnglish (UK)
Skip to toolbar