VOX LUX

“La gente cerca di mettermi al tappeto da anni, ma io non mi farò abbattere!”

Vox Lux è un film del 2018 scritto e diretto da Brady Corbet e con protagonisti Natalie Portman, Jude Law, Raffey Cassidy, Stacy Martin e Jennifer Ehle.

TRAMA

Nel 1999 Celeste Montgomery sopravvive, se pur con una seria lesione alla spina dorsale, ad una sparatoria avvenuta nella sua scuola a New Brighton, Staten Island. Successivamente, insieme alla sorella, scrive un un brano per condividere la sua tragica esperienza. Grazie a questo brano, Celeste diventa una celebrità acclamata in tutto il mondo. Nel 2017, Celeste ormai trentunenne e con una figlia adolescente, si sta preparando per un concerto, quando un atto di violenza richiama la sua attenzione.

Il film è diviso in un prologo, due atti e un finale.

ATTO 1: NASCITA

La prima parte, chiamata nascita, segue l’ascesa di Celeste nel mondo della musica, un mondo che la opprimerà in un modo quasi claustrofobico. Alternando scene caratterizzate da un atmosfera da una parte inquietante dall’altra stimolante, la pellicola ci presenta il personaggio di Celeste da giovane, interpretato da una bravissima Raffey Cassdy. Tra le varie sfaccettature caratteriali della protagonista risaltano in primo piano un atteggiamento freddo e distaccato e un modo di fare apparentemente calmo, che non fa trasparire le sue emozioni allo spettatore. In questa prima parte viene introdotto anche il personaggio interpretato da Jude Law.

ATTO 2: RINASCITA

La seconda parte, chiamata rinascita, fa un salto di 18 anni e segue le vicende di Celeste, ormai adulta. Celeste è irriconoscibile, con problemi di alcolismo e una forte forma di depressione, facendoci capire come il mondo del pop l’abbia davvero prosciugata. Vediamo anche che la relazione con sua figlia e con sua sorella non è delle migliori perché è presa con il suo lavoro. Natalie Portman prende in mano il personaggio in maniera eccezionale riuscendo ad interpretare la caduta di Celeste verso il precipizio.

COMMENTO

Il film è narrato da William Dafoe che giudica le scelte di Celeste come per esempio quella di scegliere la fama al posto della sua salute mentale, con voce cinica e ironica. Raffey e Natalie sono state straordinarie ad interpretare un personaggio difficile come Celeste, perché ci fanno entrare nella sua testa e identificare con le sue emozioni. Nonostante i tempi lunghi il film è, nel suo complesso, risulta piacevole così come interessanti sono i costumi e le scelte musicali.

Voto: 6/10

Asha

Asha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti