RAGAZZE INTERROTTE

Have you ever confused a dream with life? Or stolen something when you have the cash? Have you ever been blue? Or thought your train moving while sitting still? Maybe I was just crazy. Maybe it was the 60’s. Or maybe I was just a girl… interrupted.

Se mi chiedeste qual è il film che più di tutti mi ha lasciata assolutamente senza parole, incapace di muovermi per i primi 5 minuti successivi alla sua fine, direi Ragazze Interrotte senza nemmeno esitare. Il film del 1999 è stato diretto da James Mangold e vede tra le sue protagoniste principali Winona Ryder, Angelina Jolie e Whoopi Goldberg.

TRAMA:

Tutto in questo film sembra amalgamarsi in un unico filo dolceamaro che prosegue per tutta la narrazione, incentrata sul breve periodo che Susanna Kayesen, dal cui diario è tratto il film, trascorse presso il McLean Hospital nel 1967.

Susanna (Winona Ryder), dopo aver ingoiato un flacone di aspirina accompagnato con della vodka, viene portata al Claymoore Hospital, dove le viene diagnosticato un disturbo borderline della personalità. Il film però non si incentra solamente sul personaggio di Susanna e il suo disturbo, bensì sui rapporti che la ragazza intreccia all’interno dell’ospedale, soprattutto con  Lisa (Angelina Jolie) giudicata come una sociopatica dominante sulle altre ragazze. Sarà proprio il personaggio di Lisa a movimentare la permanenza di Susanna al Claymoore, dando al film un tocco di pazzia che sicuramente non guasta.

I know what it’s like to want to die. How it hurts to smile. How you try to fit in but you can’t. How you hurt yourself on the outside to try to kill the thing on the inside.

RYDER & JOLIE

Se la trama non è riuscita a convincervi a guardare questo film, allora ci penserà il suo cast. In un solo film troviamo infatti non solo Angelina Jolie e Winona Ryder, ma anche Jared Leto e Elisabeth Moss. Whoopi Goldberg è poi la ciliegina sulla torta e Vanessa Redgrave, nonostante le poche battute è l’intero dessert.  Per questo film Angelina Jolie si aggiudica l’Oscar come miglior attrice non protagonista e noi non possiamo che essere d’accordo. Il suo personaggio, Lisa, è sicuramente il più enigmatico e il più folle, e Angelina Jolie con i suoi occhi ipnotici che non lasciano mai la telecamera è riuscita a portarlo in vita in maniera fantastica.

Nonostante la sua performance, Winona Ryder viene completamente snobbata dall’Academy che al tempo aveva occhi solo per Angelina Jolie. Eppure, nonostante le due attrici sembrino l’una l’opposto dell’altra, la chimica tra di loro è notevole ed è forse uno dei maggiori punti di forza del film. Come se non bastasse, Angelina Jolie evitò qualsiasi contatto con Winona Ryder, dichiarando che se fosse riuscita a scorgere qualcosa di umano nell’attrice non sarebbe riuscita ad immedesimarsi ed a interpretare la sociopatica Lisa Rowe. Insomma, senza la Susanna di Winona Ryder non sarebbe potuta esistere la Lisa di Angelina Jolie e viceversa.

FORSE ERANO SOLO GLI ANNI’60…

O forse ero solo una ragazza….interrotta.

Ragazze Interrotte sprigiona 60s vibes da ogni poro riuscendo a ricreare quell’atmosfera che si respirava solo negli anni 60. Questa atmosfera è resa, non solo dal modo quasi psichedelico in cui la trama si sviluppa, ma anche da una soundtrack che sembrava avvolgere tutto in una sorta di atmosfera fiabesca. In certe scene, la musica riesce addirittura a rubare la scena, diventando essa stessa protagonista del momento. Se state cercando ancora un motivo per guardare il film, sappiate che Winona Ryder e Angelina Jolie cantano insieme. E  ho detto tutto.

Inoltre, il film diventa un portavoce delle proteste del 1968. Più volte si condanna la Guerra in Vietnam, denunciandone le atrocità attraverso gli occhi blu di Jared Leto, sorteggiato per partire.

Was I ever crazy? Maybe. Or maybe life is… Crazy isn’t being broken or swallowing a dark secret. It’s you or me amplified. If you ever told a lie and enjoyed it. If you ever wished you could be a child forever. They were not perfect, but they were my friends and by the ’70s most of them were out living lives. Some I’ve seen, some never again, but there isn’t a day my heart doesn’t find them

Quindi, per concludere, guardate Ragazze Interrotte perché è un gioiellino che merita di essere apprezzato di più e perché vi farà ridere per poi piangere nella scena successiva. Ma soprattutto, vi farà venir voglia di abbandonare tutto e partire per Orlando per diventare la nuova Cenerentola di Disneyland.

Voto: 9/10

Sara

Sara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti