5 documentari su Netflix da non perdere

Sono giorni di ripresa e forse non tutti abbiamo il tempo che, fino a pochi giorni fa, avevamo a disposizione per un binge watching estremo. Vengono in nostro aiuto le docu-serie che hanno poche e brevi puntate e che spesso si possono guardare anche senza seguire un ordine temporale, perché proposte con argomenti distaccati. Chi se non Netflix poteva essere in prima fila con queste produzioni, che affrontano materie molto diverse tra loro e hanno caratteristiche variegate, adatte a tutti i gusti. Ne ho scelte cinque che trovo davvero interessanti, scorrevoli e alcune anche molto emozionanti.

1) STORIA CONTEMPORANEA IN PILLOLE

E’ una docu-serie (titolo originale “History 101”) che in dieci puntate affronta argomenti che hanno caratterizzato la storia del ‘900, toccando problematiche ancora oggi scottanti. Il fast food, la corsa allo spazio, l’ascesa della Cina, la plastica, il petrolio in Medio Oriente, i robot, il femminismo, l’energia atomica, l’Aids e la genetica sono le tematiche trattate per ogni puntata della durata di venti minuti circa. La storia è sicuramente tra le materie più affascinanti, ma anche più difficili da studiare e questa serie, anche grazie all’aiuto delle animazioni che utilizza, credo possa dare una mano alle generazioni più giovani per capire meglio quelli che sono i punti cruciali del nostro passato, ma anche aiutare tutti a capire dove stiamo andando con la tecnologia, la politica, la medicina e cosa ci riserva il futuro.

2) IN POCHE PAROLE

“In poche parole”, titolo originale “Explained”, è la serie a cura del sito giornalistico americano Vox, che approfondisce tematiche di grande importanza, rendendoli più accessibili. La docu-serie inizia nel 2018 con due stagioni su questioni molto diverse tra loro, si va dalla crisi mondiale dell’acqua ai tatuaggi, dalle criptovalute alle sette. Accanto a queste due stagioni di argomenti vari, sono presenti altre miniserie con temi specifici: c’è quella sul coronavirus, di cui al momento è presente un solo episodio, quella sul sesso di cinque episodi, entrambe del 2020, e una sulla mente, di cinque episodi, del 2019. La forza di questa docu-serie, in lingua originale sottotitolata, è sicuramente il riuscire a spiegare in maniera semplice concetti talvolta complessi, attraverso l’utilizzo di interviste, infografiche ed animazioni, che coinvolgono e appassionano lo spettatore.

3) PIANETA ASSURDO

E’ una serie di documentari dedicati alla natura (titolo originale “Absurd Planet”),  prodotta da Condé Nast Entertainment e Love Productions USA. In dodici puntate da diciannove minuti, racconta la vita di animali bizzarri e meravigliosi. Adatta anche ai più piccoli, questa docu-serie mostra da vicino il mondo animale, che nasconde caratteristiche ed abitudini al limite dell’incredibile. Utilizzando sempre ironia e leggerezza, il documentario si allontana molto dai soliti prodotti che siamo abituati a vedere e ci svela i segreti di numerose specie animali tra le più insolite, mostrandoci esemplari dai più enormi ai più piccoli, viventi in differenti habitat, dagli oceani vastissimi alle terre più aride.

4) 100 HUMANS

“100 Humans – Risposte alle domande della vita” è un docu-reality del 2020, di otto puntate, in cui 100 persone di diversa età, estrazione sociale, provenienza e cultura vengono sottoposti a stravaganti esperimenti, che serviranno per comprendere meglio numerosi comportamenti umani, come e da cosa questi vengano influenzati e cercare di fornire risposte a diversi interrogativi della vita. Partendo da cosa ci rende attraenti, passando dalla migliore età in cui essere vivi e dal capire quanto siamo prevenuti, fino ad arrivare a chiedersi se i nostri sensi siano davvero affidabili, questo documentario ci fa riflettere, con l’aiuto dell’umorismo, su domande importanti che caratterizzano la nostra esistenza.

5) THE LAST DANCE

Superando i 23 milioni di spettatori in tutto il mondo, “The Last Dance”, si afferma come successo planetario. La docu-serie sportiva sul fenomeno del basket Michael Jordan e la sua squadra, i Chicago Bulls, è uno dei prodotti Netflix più seguiti del momento, con i suoi dieci episodi della durata di circa cinquanta minuti. Minuti in cui, gli appassionati, i tifosi, ma anche i meno preparati, restano incollati allo schermo per seguire le emozionanti avventure ed il successo clamoroso che la storica squadra dell’NBA ha vissuto negli anni ’90. Un documentario per chi ha vissuto quegli anni, ma anche per i più giovani, che narra la nascita sportiva del grandissimo campione MJ, fino all’abbandono del gioco. Dinamiche umane, sportive, finanziarie e di costume si intrecciano in questa serie, che deve la sua fortuna all’interessante mix di spezzoni di partite e interviste a giocatori, allenatori, dirigenti e giornalisti, coinvolti nella storia del cestista icona mondiale dello sport e nelle vittorie dei Chicago Bulls, squadra che ha vinto per ben sei volte il campionato NBA.

Vi consiglio, quindi, di aggiungere alla visione di film e serie tv, quella di questi bellissimi documentari che, con questa formula ad episodi ed un linguaggio immediato, affrontano temi coinvolgenti, unendo le nozioni all’intrattenimento.

Simona De Bartolomeo

Simona De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti