ANDAMMO A CERCARE L’ARIA

E’ questo il titolo di una parte di un racconto che Benny stava scrivendo. Non è facile leggere quel racconto, nemmeno ora, a distanza di due anni. Probabilmente non lo sarà mai, ma si dice che il tempo curi le ferite, giusto? Chissà di quanto tempo si parla, quando si perde una persona che fa parte della tua vita e poi improvvisamente non più.

Ma pensandoci bene, una persona che non c’è più, non smette mai di far parte della tua vita. C’è sempre; c’è quando leggi un libro che ti hanno regalato a Natale, c’è quando vedi un film che sapevi non vedeva l’ora di guardare al cinema, c’è quando superi un esame e pensi “ecco, spero tu sia orgogliosa di me”.

Fai tutte queste cose da sola, continui a vivere la tua vita, ma senti che sola non lo sei mai. Che c’è quel piccolo angelo accanto a te che non ti abbandona mai.

Mi piacerebbe farvi leggere un estratto dal racconto di Benny, che ancora oggi, mi lascia spiazzata e senza fiato.

“Ma fa male, ogni singola volta. Il buco nero si sta sempre più rimpicciolendo, a volte mi sembra ancora enorme, mi sembra spaventoso, ma ormai lo controllo la maggior parte delle volte e ne sono orgogliosa. E quando non lo faccio e il mondo mi cade addosso e mi comporto come una stupida, ripenso che io ci sto provando. Vi prego, credetemi, io ci sto provando. E so che ci state provando anche voi. La strada da fare è lunga ed è così tortuosa, che solo al pensiero mi viene voglia di arrendermi. Non si può, non si deve e lo devo a quella ragazzina, lo devo ad una ragazza presa dal mondo dei libri e delle serie tv, lo devo alla donna che sta scrivendo adesso. Loro ci stanno provando e io sono forte per loro. Io le perdono. Per ogni errore, per ogni litigata, per ogni parola di troppo. Io le perdono. Per ogni momento buio, per ogni sognata via d’uscita, per ogni pianto. Io le perdono. Per ogni risata spezzata, per ogni sogno infranto, per ogni attacco d’ansia. Io mi perdono e vado avanti. E nonostante il mio buco nero sia sempre in allerta, ho trovato una nuova casa ed è più luminosa e ariosa. Mi merito questa casa. Mi merito un po’ d’aria. Tutti si meritano un po’ d’aria. E credo proprio che uscirò a godermela

Ad ognuno di noi ha insegnato cose diverse, ha insegnato ad amarci, a non mollare mai, ci ha insegnato come essere unite pur non conoscendoci del tutto. Ha messo insieme delle ragazze, che hanno in comune la stessa passione, e ha reso possibile tutto ciò che potete leggere voi oggi. E noi non potremo mai ringraziarla abbastanza per quello che ci ha donato.

“Ho iniziato a leggere i tuoi tweets a novembre del 2013, abbiamo sempre comunicato tramite un computer, ma è come se fossi sempre stata vicino a me. E da due anni sento che tu lo sia ancora di più, rendendomi ancora più fortunata. Mi manchi”

– Marta

Ho scelto questa foto perché i supereroi era una delle cose che avevamo in comune, e mi è venuta in mente una frase che descrive perfettamente quello che Benny ha sempre fatto e continuerà a fare.

“Gli eroi non muoiono mai del tutto, vivono per sempre come coloro che seguono il loro esempio per continuare a lottare”

Sarai per sempre la nostra supereroina.

Anna Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti