MAMMA, HO PERSO L’AEREO

Tutti conosciamo Mamma, ho perso l’aereo. Non penso che ci sia una persona che non sia stata cresciuta con questo famosissimo film natalizio che viene trasmesso in tv prima di Natale.

Mamma, ho perso l’aereo è un film del 1990 scritto e prodotto da John Hughes e diretto da Chris Columbus. 

Trama:

La famiglia Mccallister si sta preparando per andare a Parigi, per le vacanze natalizie. La mattina della partenza, però, nella confusione e nella fretta di raggiungere l’aeroporto in tempo, il figlio più piccolo, Kevin (Macaulay Culkin), viene accidentalmente lasciato a casa. Il bambino, quindi, si sveglia e trova la casa vuota. Lui è felice della situazione e ne approfitta per fare tutto quello che ha sempre desiderato senza essere sgridato, cosa che accadeva molto spesso.

Nel frattempo, il quartiere dove vive Kevin, viene preso di mira dai ladri Harry Lime (Joe Pesci) e Marv Merchants (Daniel Stern). I due ladri scoprono che la famiglia McCallister è vie per le vacanze e, quindi, decidono di derubare proprio la casa di Kevin. Il ragazzino, scoperte le loro intenzioni, inizia a tenerli lontani con ingegnose trappole, che mettono a dura prova i due ladri.

La famiglia si accorge dell’assenza di Kevin solamente all’aeroporto di Parigi. La madre, quindi, riparte subito per gli Stati Uniti, ma riesce a trovare solo due voli, grazie alla quale arriverà solamente in Pennsylvania.

Riuscirà Kevin a tenere lontano i due ladri? Riuscirà la madre a raggiungere Kevin in tempo per celebrare il Natale con lui? Le domande che ci poniamo per tutto il film, mentre ridiamo fino a farci venire le lacrime agli occhi.

Sicuramente Mamma, ho perso l’aereo si concentra sull’importanza della famiglia e sul vero significato del Natale.

Conclusioni:

Infatti se all’inizio Kevin sembra felice di essere solo, di stare lontano da coloro che, secondo lui, non l’hanno mai ascoltato o apprezzato, ma è lo stesso Kevin che, a metà film, inizia a sentirsi solo ed è proprio in quel momento che capisce quanto tiene alla sua famiglia. Allo stesso modo, anche gli altri McCallister sentono la mancanza del piccolo Kevin e partono, anche loro, per tornare a casa. Questo ci fa capire quanto la famiglia sia importante, che farà sempre parte di noi, ma soprattutto che non ci lascerà mai, neanche nelle situazioni più difficili.

Divertentissimo e allo stesso tempo malinconico, Mamma ho perso l’aereo è definitivamente il mio film natalizio preferito.

Voto 10/10

Asha

Asha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti