LO SPIETATO

La mia filosofia era sempre stata questa. Non fare mai niente per niente.”

Lo spietato è un film italiano del 2019 diretto da Renato De Maria con protagonista Riccardo Scamarcio.

Basato sul romanzo Manager Calibro 9 e prodotto e distribuito da Netflix.

TRAMA:

Santo Russo, di origini calabresi cresciuto nella Milano degli anni 80, dopo aver passato vari anni nel carcere minorile, decide di intraprendere definitivamente la vita criminale. Negli anni successivi vediamo Santo diventare il capo di una delle gang malavitose più spietate di Milano. Al suo fianco c’è la moglie, madre dei suoi figli, pronta a tutto pur di redimere l’anima del marito, e invece dalla parte opposta del cuore di Santo c’è la sua amante, donna francese, che lo conquista con la sua bellezza  ed eleganza.

La Milano da bere che si scontra con la sua parte più spietata e cruda. Chi ha avrà la meglio tra le due parti?

GANGSTER MOVIE ALL’ITALIANA

Lo Spietato si immette nel panorama del cinema italiano, con prepotenza e coraggio riuscendo a creare un bel mix tra commedia e azione come non si vedeva da un po’ di tempo. Il film omaggia senza vergogna Quei bravi ragazzi di Scorsese e altri film Gangster che hanno fatto la storia nel suo genere. Abbiamo modo di vedere e respirare l’aria della Milano degli anni 80/90, la città stessa  diventa a sua volta la vera protagonista della pellicola, una creatura in mutamento negli anni in simbiosi con il personaggio di Salvo.

SCAMARCIO TORNA CON NETLFIX

Riccardo Scamarcio ha finalmente abbandonato i panni del bel tenebroso che non sorride mai, per tornare con un film in cui fa ridere ma che allo stesso tempo riesce a immedesimarsi nei panni di un personaggio alla ricerca del potere e dell’accettazione dalla città che lo ha accolto quando era solo un bambino.

Ritroviamo Scamarcio in una delle performance più convincenti della sua carriera, non lo vedevo così riuscito in chiave di commedia dai tempi di Mine Vaganti di Ozpetek, un buon passo in avanti per un attore che in questi ultimi anni ha preso parte a parti non molto riuscite.

ÇA VA SANS DIRE

Il film ruba dai classici del genere come il suo protagonista lo fa con il milanese e i modi di dire francesi della sua amante, e questo forse gli fa perdere quell’originalità che serviva a questo tipo di prodotto, che in alcuni momenti risulta essere fin troppo scontato e frivolo, ma nonostante non sia una pellicola perfetta intrattiene, riuscendo a riportare sullo schermo un action comedy all’italiana che funziona e diverte.

In conclusione Lo Spietato era il prodotto che nel nostro paese serviva per riuscire finalmente ad accogliere Neflix anche a livello cinematografico, e per riportarci alla mente che anche noi siamo in grado di fare film gangster che sanno far sorridere.

VOTO: 7/10

Irene

Lascia un commento