PRIDE MONTH – MOVIES

Per celebrare l’inizio del mese del Pride noi del team di Attention Spoilers abbiamo deciso di dedicare un post per celebrare l’amore in tutte le sue forme, confrontando e consigliando, varie storie  che ci hanno colpito e fatto innamorare che celebrino il mondo LGBTQ+.

Questa settimana partiamo con il consigliarvi 10 film che celebrano l’amore unico e universale.

PRIDE

Per iniziare questa selezione, non potevo scegliere film migliore di Pride. La pellicola è tratta da una storia vera che racconta della nascita del movimento LGSM (lesbiche e gay supportano i minatori) nata nel 1984 da Mark Ashton giovane attivista Gay, a cui viene l’idea di raccogliere fondi per sostenere la comunità dei minatori, in quel periodo in sciopero per sovrastare la politica di Margaret Thatcher. All’inizio non sarà così semplice convincere il sindacato dei minatori, che non guardano di buon occhio la loro comunità. Ma alla fine, riuscendo a coinvolgere un gruppo di minatori di un piccolo paesino del Galles, insieme riusciranno a partecipare al Pride tenutosi a Londra nel 1984.

Quando fai una battaglia contro un nemico tanto più forte, tanto più grande di te, scoprire di avere un amico di cui non conoscevi l’esistenza è la più bella sensazione del mondo

Pride è un film sulla celebrazione dell’unione di due comunità che si uniscono per il bene comune e trovano appoggio l’una nell’altra, un film di risate e lacrime che saprà rubarvi il cuore.

LE FATE IGNORANTI

Immagine correlata

Quando si parla di esponenti della comunità LGBT in ambito cinematografico non può non venire in mente, Ferzan Ozpetek, regista di origini Turche che negli ultimi anni ci ha regalato pellicole straordinarie. Una fra queste è proprio Le fate Ignoranti film del 2001 che racconta di Antonia, donna che dopo la scomparsa del marito scopre una “doppia” vita in quest’ultimo. Infatti scopre che ha sempre avuto un amante, quello che non si aspetta è che questa amante in realtà si chiama Michele che vive insieme a questo gruppo di gay e travestiti che abitano il quartiere. Antonia verrà a contatto con questa realtà che lei aveva sempre ignorato e finto di non vedere, e grazie a questo incontro cambierà e inizierà a vivere in pieno la sua vita.

Che stupidi che siamo, quanti inviti respinti, quante parole non dette, quanti sguardi non ricambiati. Tante volte la vita ci passa accanto e noi non ce ne accorgiamo nemmeno.

Le fate Ignoranti è un film sulla solitudine e sul cambiamento di noi stessi.

TUO, SIMON

Di Teen Drama ne abbiamo visti tanti, ma pochi sono riusciti davvero a lasciare il segno come è successo per il recente Love, Simon. Uscito nel 2018 il film racconta di Simon, giovane ragazzo gay, che non riesce a trovare il coraggio per fare coming out con gli amici e la sua famiglia, un giorno però qualcosa cambierà quando un ragazzo che si firma con lo pseudonimo di blue farà Coming out sul sito della scuola, iniziando con Simon una corrispondenza via E-mail. La forza di Love, Simon sta proprio nel riuscire a presentarci dei personaggi profondamente umani grazie a una sceneggiatura brillante e che rende omaggio ai Teen Drama degli anni 80.


“Sono soltanto io quello che deve decidere quando, dove, come e chi lo deve sapere e come dirlo. Doveva essere mia la scelta!”

Tuo, Simon è un film sull’accettazione di noi stessi, della nostra sessualità e sul non aver paura di rivelarlo alle persone a noi più care e al mondo.

THE DANISH GIRL

The Danish Girl racconta di una delle prime donne transgender, che ha affrontato una delle prime operazioni di cambio del sesso della storia. Il film parte raccontando di Einer Wegener, giovane pittore che un giorno viene convinto dalla moglie Gerda a indossare per gioco degli abiti femminili. Quello che era iniziato come un gioco, si trasforma per Einer una scoperta della propria identità, che scoprirà essere femminile e sceglierà di diventare Lili, avviandosi a una procedura di cambio del sesso.

“Cosa ho fatto per meritarmi tanto amore? Non c’è niente d’aver paura ormai. Ieri notte ho fatto un sogno bellissimo. Ho sognato di essere una bambina nelle braccia di mia madre, lei mi guardava negli occhi e mi chiamava Lili.”

Questa biografia interpretata in maniera magistrale da Eddie Redmayne e Alicia Vikander, racconta la storia di una donna coraggiosa che ha combattuto fino alla fine per essere se stessa.

CHIAMAMI COL TUO NOME

Estate del 1983, Italia. Il diciassettenne Elio Perman trascorre le sue giornate nella villa di famiglia a Crema, a comporre musica classica e leggere libri, finchè un giorno arriva Oliver, dottorando americano ospite del padre di Elio. In quelle settimane cambierà tutto nella vita di Elio travolto dalla forza del primo amore scoperto con Oliver. Chiamami col tuo nome, trasposizione del meraviglioso romanzo di Aciman, porta in vita una storia di un amore così forte e senza barriere da lasciarti senza fiato. La visione scelta da Luca Guadagnino è sensuale e ammaliante, raccontata con delicatezza e passione, e riesce a far battere il cuore e a ricordarci quanto può essere potente lo sguardo del primo amore.

Chiamami col tuo nome e io ti chiamerò col mio…

Chiamami col tuo nome è un film sulla scoperta sessuale e sentimentale di un adolescente, che allo stesso tempo racconta la forza dell’amore nella sua forma più pura e universale.

PRISCILLA LA REGINA DEL DESERTO

Film del 1994, Priscilla la regina del deserto è diventato negli anni uno dei film simbolo della cultura Queer. La storia racconta di tre drag queen che compiono un viaggio on the road attraverso il deserto australiano. Terence Stamp, Hugo Weaving e Guy Pearce danno vita alle tre protagoniste in un mirabolante film travolgente ed esuberante in tutte le sue forme.

Io mi unirò alla conversazione purché sia chiaro che si smetta di spettegolare sulla gente, di parlare di parrucche, di vestiti, di vastità di seni, di peni, di droga, di night-club e soprattutto degli ABBA!

Una pellicola divertente e in grado di far riflettere, in cui il viaggio più importante è quello alla scoperta di noi stessi.

I SEGRETI DI BROKEBACK MOUNTAIN

Wyoming 1963, due cowboy vengono contattati per occuparsi di un gruppo di pecore in un pascolo nelle montagne di Brokeback Mountain: il silenzioso e di poche parole Ennis e l’estroverso e solare Jack, due caratteri opposti che si troveranno a dover convivere in questo luogo quasi “lontano dal mondo”. I due all’inizio diffidenti l’uno dall’altro pian piano scopriranno un attrazione e un sentimento sempre che li lega fino a scoppiare in una passione dirompente, diventando sempre più forte giorno dopo giorno. Purtroppo il periodo di pascolo è breve ed entrambi devono tornare alla loro vita e a un mondo ancora non in grado di accettare quel tipo di amore.

La storia raccontata dal film di Ang Lee è una narrazione fatta di anni che passano e sentimenti che non svaniscono, un amore che riesce a resistere nel tempo e abbattere tutte gli stereotipi dei film Western. Jack e Ennis si scontrano con una società omofoba e chiusa che ancora non è in grado di concepire l’amore che li lega. Una delle storie d’amore più belle e toccanti mai raccontate con un finale straziante e da storia del cinema.

Se tu avessi voluto noi due potevamo stare bene. Stare veramente bene. Tu a questo hai rinunciato..e adesso cosa ci è rimasto? Brokeback mountain. Tutto nasce e finisce qui. A noi non resta nient’altro.

THE ROCKY HORROR PICTURE SHOW

Il film diretto da Jim Sharman è non solo uno dei musical più iconici della storia del cinema, diventato di culto grazie alle proiezioni di mezzanotte, ma anche un simbolo della comunità Queer. La storia parte dalla coppia di Janet e Brad neo sposini che in viaggio di nozze si imbattono in un castello ben poco rassicurante. L’abitazione appartiene al dottor Frank-N-Furter che prenderà in ostaggio i due giovani che diventeranno partecipi dell’esperimento che il dottor Furter, dolce travestito, sta progettando. Ovvero il creare l’uomo perfetto, Rocky Horror, per poi renderlo il suo giocattolo sessuale.

Quando nel 1975 il film di Sharman uscì con le musiche di Richard O’ Brien ispirate al musical britannico The Rocky Horror Picture Show, il film fu un flop e venne deriso dalla critica, ma con il passare del tempo e grazie alle proiezioni notturne e a un pubblico sempre più affezionato divenne un vero e proprio cult di genere. Un mix di parodia e umorismo ben mischiato che danno show a un film esplosivo, impossibile da non amare.

I’m just a sweet transvester

CAROL

Risultati immagini per Carol gif

Carol racconta la storia di Therese, una ragazza 19enne che sta trascinando stancamente una relazione con Richard e che, per mettere insieme qualche soldo, durante il periodo natalizio si fa assumere in un grande magazzino, dove conosce l’affascinante e bellissima Carol, una donna ricca che conduce una inappagante vita matrimoniale, che cambia per sempre la sua vita. La pellicola di Todd Haynes è fatta di silenzi e sguardi, un duro dibattito tra cuore e mente, un film che incanta e seduce con estrema eleganza e raffinatezza, Cate Blanchet e Rooney Mara magnetiche.

“Che utilità posso avere per lei? Per noi? Vivendo contro la mia stessa natura

Carol riflette sull’importanza di riconoscere l’amore e accettarlo nella propria vita, senza paure.

MILK

Per finire vi parlo di Milk, film del 2008 di Gus Van Sant con protagonista Sean Penn nel ruolo di Harvey Milk, primo gay dichiarato ad essere eletto a una carica politica negli Stati Uniti. Il film racconta la storia di Harvey attraverso gli anni che ha vissuto con il suo compagno Scott Smith e della lotta per l’emancipazione dei diritti degli omosessuali che ha tenuto fino al giorno della sua morte, avvenuta nel suo ufficio dall’ex consigliere George Moscone. Dopo la sua morte trentamila persone marceranno da Castro al municipio per una veglia pacifica che sostiene il sogno di Harvey.


“Se una pallottola dovesse entrarmi nel cervello, possa questa infrangere le porte di repressione dietro le quali si nascondono i gay nel Paese”

Questi sono i dieci film che abbiamo scelto per celebrare il mese dell’amore in tutte le sue forme.

Buona visione!

Irene

Lascia un commento